TOUR de FORCE

Ai piedi delle 3 CIME

By 10 febbraio 2015 No Comments
Lavaredo_Ev

Un’escursione con le ciaspole (racchette da neve) è un’esperienza unica, che riporta chi la vive ad un passato lontano, quando le racchette da neve rappresentavano per la gente di montagna l’unico modo per spostarsi in inverno, quando le nevicate erano abbondanti.

1

Camminare con le ciaspole su un manto nevoso immacolato, gustare il silenzio dei boschi, scoprire le tracce lasciate dagli animali che si muovono alla ricerca di cibo, è un modo di vivere la montagna diverso da quello che anima lo sciatore sulle piste da sci. Vi consigliamo di scegliere il percorso in base alle vostre capacità tecniche e fisiche e prima di partire, sopratutto in caso di forti nevicate, di informarvi sulle condizioni della neve e del pericolo valanghe, del meteo e sulla praticabilità dell’itinerario presso gli organi competenti della valle.
Quella che vi proponiamo è una bella escursione che dalla Val Fiscalina (Alta Pusteria) ci porterà ai piedi delle maestose Tre Cime di Lavaredo, presso il Rifugio Locatelli.

3LQ

Rifugio Locatelli (2.405 m) – Dislivello 955 m – Tempo di percorrenza ca. 6 ore a/r

Dal parcheggio di Campo Fiscalino ( 1450 m.) ci s’incammina su un comodo sentiero(segnavia n. 102 – 103) verso il rifugio Fondovalle dominato da uno straordinario gruppo di vette: Croda Rossa, Croda di Toni e Tre Scarperi. Da qui si prosegue a destra per la valle di Sassovecchio (segnavia n. 102).

5

La traccia segue per la maggior parte il sentiero estivo che si snoda nel fondo valle, prima in leggera salita, poi dopo aver lasciato alla nostra sinistra la deviazione per il rifugio Comici, il sentiero con una serie di zig zag esce dal bosco e si fa più ripido e abbastanza impegnativo fino all’Alpe dei Piani. Inutile descrivere la bellezza dei panorami di cui si godein questo tratto. Si prosegue sempre in salita ai piedi della Torre di Toblino e del Sasso di Sesto e mentre passo dopo passo, gradualmente, il monte Paterno e le Tre Cime di Lavaredo svelano la loro straordinaria bellezza, arriviamo al rifugio Locatelli.

8

Chi conosce il rifugio Locatelli per esserci stato solo d’estate, si stupirà della tranquillità del luogo durante l’inverno!
Escursione molto frequentata, priva di oggettive difficoltà con un dislivello in salita però importante, la traccia è di solito ben battuta.

Porre attenzione alle condizioni della neve che deve essere sempre ben assestata e sicura.

Ritorno sulla stessa traccia dell’andata.

Emilio Delfanti

About Emilio Delfanti

Leave a Reply