Compressport_Ev

Dopo una lunga attesa finalmente sono passati per le nostre grinfie i prodotti Compressport, e non poteva essere altrimenti visto che a procurarci il tutto è stato il sempre super disponibile Mirco di Ginetto Sport, già nostro partner in questa avventura.

DSC_0631

I capi in questione non sono uno, non sono due, ma ben tre e si tratta delle ultimissime novità della casa nell’ambito del trail running. Più specificatamente abbiamo testato la PRO RACING TRAIL-RUNNING SHIRT, i PRO RACING TRAIL-RUNNING SHORT e l’intimo tecnico con la ON/OFF MULTISPORT 1ST LAYER SHIRT SHORT SLEEVES.

DSC_0652

I nomi sono lunghissimi ma vista l’elevata qualità della fattura di questi capi è meglio ricordarseli. Cominciando dalla maglia, la nostra in prova era nera, si nota da subito come Compressport abbia tenuto fede ai suoi canoni qualitativi e tecnici: la maglia già in apparenza sembra solida e curata e lo è davvero.

DSC_0655

Realizzata con una fibra speciale Compressport idrorepellente e antibatterica (contiene gli odori, almeno fino ad un certo punto…), certificata dal severo organo di controllo OEKO-TEX, presenta con una zip centrale piuttosto lunga, con protezioni interne per evitare sfregamenti, che ha la funzione non solo di areare al meglio il busto ma anche di allentare la compressione preservando però una corretta postura delle spalle.

DSC_0657

DSC_0676

Sì perché il completo testato non solo da una buona compressione, mai troppo invasiva, ma si pone anche l’obiettivo di invitare chi lo utilizza ad avere una postura corretta.

DSC_0675

La fibra di cui è costituita consente all’utilizzatore di espellere il prima possibile i liquidi in eccesso dando la sensazione di essere sempre piuttosto asciutti. Durante l’Abbots Way, dove ho utilizzato i prodotti in questione negli ultimi 70 km, la sensazione è proprio stata questa, cioè di indossare un indumento ancora “sano”, nonostante i km percorsi fossero già parecchi.

DSC_0674

Non mancano nemmeno accorgimenti tecnici che personalmente apprezzo molto come i bordi di silicone che costeggiano il perimetro interno delle estremità delle maniche e della vita: la maglia è lì dove l’avete sistemata e non si muoverà, ve lo posso assicurare! Ottimi anche i pantalocini, che rispetto alla maglia danno una compressione leggermente maggiore, ma, ripeto, mai invasiva.

DSC_0660

Interamente caratterizzati da una stampa in silicone che li ricopre danno la possibilità di appoggiare le mani sulle cosce senza scivolare. A cosa serve? Beh, gli amici del trail già lo sanno, ma forse i più profani ignorano che durante un’ascesa impegnativa, chi non usa i bastoncini tende a far leva su cosce e ginocchia con le mani per favorire l’azione in corso.

DSC_0661

DSC_0665

Certo sono tecnicismi da fissati, ma noi lo siamo, eccome! Molto interessante anche la fascia alta del pantaloncino (9 cm!) che avvolge parzialmente la vita e funge anche da protezione per chi è debole di stomaco, oltre che da sostegno per la schiena.

DSC_0663

Anche in questo caso il prodotto si propone di invitare ad una corretta postura ed effettivamente lo fa, preservando il nostro fisico da sicuri mal di schiena. La fibra di cui sono composti, sempre certificata OEKO-TEX, è idrorepellente e allontana l’umidità evacuando il sudore senza assorbirlo. Infine si nota anche una tasca senza zip e realizzata con una rete traspirante dove si possono riporre gel o sali al bisogno.

DSC_0664

Ultimo prodotto di cui parliamo, ma forse il mio preferito è la ON/OFF MULTISPORT 1ST LAYER SHIRT SHORT SLEEVES, ovvero la magli intima. Che dire? Davvero eccezionale e non esagero, direi che probabilmente è il miglior intimo tecnico che abbia mai provato.

DSC_0666

Curatissima con una trama oltre che bella e appagante esteticamente (molto curata con zone traspiranti che sembrano ricami) anche super funzionale. Realizzata con la speciale fibra ON/OFF sembra davvero, come dice la casa, “respirare con chi la indossa”.

DSC_0639

Questo grazie ai 42.000 piccoli alveoli che si aprono e chiudono durante la respirazione consentendo di regolare l’afflusso di aria fresca: un concetto semplice e geniale. La compressione, così come il supporto lombare, è buona, ma mai stressante e si fa sentire quando serve e quando la benzina è quasi finita.

DSC_0645

Ho testato l’intimo anche su capi diversi da quelli compressport, senza tuttavia notare problemi di incompatibilità. Quindi direi test riuscito visto i km che ho trascorso con questi capi (ah dimenticavo che mi sono fatto anche l’Ecomaratona delle Aquile!) e l’unica cosa negativi è doverli restituire.

DSC_0667

DSC_0672

Qualcuno obietterà anche sul prezzo, di certo non a buon mercato. Sapete che ho sempre posto attenzione anche su questa componente, che di certo, è importante. Ora il punto è questo: se dovete fare una maratona all’anno lasciate perdere, non  vi conviene. Se però avete intenzione di sfiancarvi di km allora ve li consiglio, fate l’acquisto senza remore ne vale la pena!

Leave a Reply