TOUR de FORCE

RUTA DE PEDRA

By 15 ottobre 2014 6 Comments
Ruta-de-Pedra_Ev

Un trekking a Maiorca è una sfida ai luoghi comuni sulle località turistiche e alla pigrizia di quegli escursionisti che non credono che girato l’angolo il mondo sia diverso. Così noi, lasciata alle spalle la costa ormai divorata dal cemento di Palma, facciamo rotta verso nord sui monti della Serra de Tramontana per scoprire l’altra Maiorca, per percorrerla zaino in spalla, in quasi tutta la sua lunghezza da ovest ad est.

DSCN4823

Lungo le mulattiere selciate della Ruta de Pedra , anche con impegnative tappe di montagna, seguiamo un itinerario che corre sui bastioni calcarei a picco sul blu con gole rocciose che scendono fino al mare, sotto erte cime su cui volano ancora gli avvoltoi monaci, fra foreste di querce, di lecci e di spettacolari ulivi secolari. Piantagioni di limoni con rosmarino, salvia e timo selvatici inebriano di profumo il nostro cammino.

DSCN4653

1° tappa – Valldemossa – Rifugio Can Boi

Con mezzo pubblico ci portiamo a Valldemossa, paese di notevole interesse culturale e architettonico, da dove si parte per Dejà. Il percorso interessante e panoramico, che per alcuni tratti ricalca il Cammino dell’Arciduca Salvador, conduce al pittoresco paese di Dejà al Rifugio Can Boi.

( dislivello in salita 500 m circa – dislivello in discesa 700m – ore 3,45) Difficoltà: E con tratti che richiedono senso d’orientamento

DSCN4658

2° tappa – Rifugio Can Boi – Rifugio Muleta a Cap Gros (Porto Soller)

La traversata costiera fra le terrazze coltivate a ulivi e il bosco di pini che ci porta al Faro di Cap Gros al Rifugio Muleta è piacevole e poco impegnativa. Le acque incantevoli di Cala Dejà richiedono una gradevole sosta.

Dislivello in salita 350m – dislivello discesa 500 m ore 3,30 Difficoltà: E

DSCN4663

3° tappa – Rifugio Muleta – Canyon de Sa Calobra

Dal rifugio a piedi fino a Porto Soller poi con tram fino a Soller , qui per sentiero si sale al Santuario di S.Maria des Oliver e si raggiunge il Mirador es Barques da dove parte il sentiero per ‘Balitx, Sa Costera, Cala Tuent (bagno consigliabile), Sa Calobra . Il percorso è bello ma impegnativo per dislivello e lunghezza. Da Sa Calobra ritorno a Port Soller con battello e pernottamento al rifugio Muleta.

Dislivello in salita 850m,– dislivello in discesa 900 m ore 6,45 Difficoltà: E

DSCN4683

 4° tappa – Rifugio Muleta – Rifugio des Tossals Verds

Dal rifugio a piedi fino a Porto Soller poi con tram fino a Soller.

In un paesaggio scosceso di fasce terrazzate con muri a secco, si sale con una mulattiera lastricata all’inaspettato paesaggio dell’Embalse de Cuber: un occhio blu che sprofonda fra i monti di calcare. Di qui si attraversa la Serra de Tramuntana fino al Rifugio des Tossals Verds, un vero belvedere sull’interno dell’isola.

Dislivello in salita 900 m – dislivello in discesa 400m 

DSCN4731

5° tappa – Rifugio desTossals Verds – Rifugio Son Amer

Iniziamo con un bel sentiero evidente la traversata in quota sulle tracce del GR221, si passa dalle foreste di leccio a colli panoramici sul mare e sui monti nord occidentali di Maiorca incontrando le ghiacciaie in pietra a secco e con un po’ di fortuna, il volo dell’avvoltoio monaco. La tappa si chiude, passando dal grande complesso monastico di Lluc immerso nella macchia dei monti della Serra de Tramontana, al rifugio Son Amer .

Dislivello in salita 800m – dislivello in discesa 850 m. ore 5 Difficoltà: E

DSCN4744

6° tappa – Rifugio Son Amer – Rifugio Pont Romà Pollenca

Dal rifugio Son Amer si attraversano le propaggini occidentali della Serra de Tramontana, coperte di foreste di lecci e valicando il Col de Binifablo ai più dolci e coltivatiambienti rurali della piana di Polenca, fino al rifugio Pont Romà dove si concluderà il nostro trekking.

Dislivello in salita 200m. – dislivello in discesa 650m ore 4,45 Difficoltà: E.

DSCN4751

In conclusione un trekking maiorchino lungo, a tratti faticoso, ma la bellezza dei luoghi indimenticabile, la piacevole accoglienza dei rifugi del Consell de Mallorca che ci hanno ospitato, ne fa uno dei percorsi escursionistici più belli del Mare Nostrum. 

DSCN4759

Emilio Delfanti

About Emilio Delfanti

6 Comments

  • Davide scrive:

    B giorno ho molto apprezzato la vostra descrizione.
    Mi accingo al mio primo percorso a piedi, sono molto sportivo ma non ho esperienza (a parte il militare) purtroppo sarò lì verso il 20 agosto e temo il caldo, ci sono abbastanza rifornimenti di acqua? Ho lo zaino da 15 kg perché percorrerò tutte le Baleari in un mese.
    La gr221 la farò al contrario, da pollencia..fattibile?
    Grazie mille
    D

    • Roberto Delfanti scrive:

      Ciao Davide,
      mi rammarico molto del fatto di poterti rispondere solo ora: per qualche arcano motivo la tua mail è stata filtrata automaticamente come spam e si è “rimaterializzata” oggi. Ci dispiace non esserti stati utili e perdonaci ancora per l’inconveniente, speriamo comunque che il tuo trekking sia stato bellissimo. A presto

  • emanuele scrive:

    Ciao, ho letto il vostro bellissimo itinerario. Andremo a Maiorca la prossima settimana. Vorrei orgsanizzare un trekking tra sc calobra e la tramontana, risalendo il canyon o discendendolo. Mi domando: ci vuole una guida? I sentieri sono segnati? Si trovano cartine 1.25.000 sul posto?
    grazie

    • Emilio Delfanti scrive:

      Ciao, per quanto riguarda le cartine le vendono online sul sito http://www.editorialalpina.com. (Mallorca Tramuntana Norte 1:25000). Il trekking da Escorca a Sa Calobra nel canyon noi non l’abbiamo fatto perché siamo arrivati da Port Soller, però penso che in estate si possa fare anche senza guida. A presto e buon divertimento|

  • Davide scrive:

    ciao verso la fine di maggio ci recheremo a Maiorca e vorremmo ripercorrere esattamente il vostro itinerario, avreste una traccia gps?
    Grazie

    • Roberto Delfanti scrive:

      Ciao Davide, mi spiace ma quando abbiamo fatto questo trekking non abbiamo tracciato nulla con il GPS…

Leave a Reply