Races

Tuscany Crossing 100 Miles

IMG 0731a

Sono passate un paio di settimane e finalmente sono pronto a farvi il mio resoconto della Tuscany Crossing 100 Miles. Avevo già fatto questa splendida gara qualche anno fa e mi ero innamorato dei paesaggi stupendi che mi aveva regalto, quindi quando ho saputo che quest’anno ci sarebbe stata la 100 Miglia non ho proprio resistito. Sulla carta si parla di una gara da 163k e circa 5400 mt di dislivello  e confrontando la mia traccia con quella ufficiale tutto sommato discostano di poco: ho rilevato 165k e 5600 di disl, quindi direi che ci sta alla grande come approssimazione, considerando che nei trail XL le discrepanze di solito sono di decine di km e non di un paio…

IMG_0726

Il percorso della 160 rispetto a quello della 100 aveva in più un anello che si percorre nella parte iniziale della gara che partiva e si compiva a Castiglione D’Orcia, vero fulcro della Tuscany Crossing, per poi ricongiungersi con l’anello della 100 k. Apprentemente potrebbe sembrae una scelta un pò di comodo, il modo più semplice per trasformare una 100 in una 160, in verità il percorso è molto, molto suggestivo e anche se si ripassa in certi punti li si vede sempre in momenti diversi e da prospettive differenti, poi diciamoci la verità, in Val d’Orcia, dove vai, vai, c’è sempre un posto stupendo ad ammaliarti.

IMG_0732

IMG_0730

Alle 18 del venerdì parte puntuale la 160 e per me anche la scelta dell’orario è ottimale, la notte passa tranquilla e il sonno è ampiamente sopportabile. Io mi sento molto bene, alcune accortezze che ho apportato ai miei allenamenti stanno pagando e corro con una certa scioltezza anche in salita. Passo i primi 60 davvero tranquillo, abbondantemente al riparo dai cancelli, che attenzione non sono larghissimi, perché gli amici della Tuscany sanno che si può correre e lo pretendono!

IMG_0752

Passata la notte fra borghi incantati, penso alla meraviglia di Bagno Vignoni immersa nel silenzio con un’installazione artistica nella notissima vasca che ne accentua, se possibile, la magia, la giornata di sabato è stata veramente fantastica. Una brezza ci ha accompagnato e rinfrescato da un sole davvero splendido che ha esaltato le meraviglie della Val d’Orcia… Sembrava davvero di essere gli attori di uno spot studiato ad arte, ed invece era realtà. Diciamo che personalmente sono andato molto bene fino al 140°, da lì inevitabilmente i km sulle gambe si sono fatti sentire come tutti i miei acciacchi e la camminata svelta ha avuto quasi sempre la meglio rispetto alla corsa.

58460475_2339844912946649_1881049522205884416_n

IMG_0749

Ciò non toglie che il risultato finale mi soddisfi molto, con 28h:08:58 di timing ufficiale e un 22° posto assoluto che per un tapascione come me sono davvero un lusso…

IMG_0740

Dopo la Corsa della Bora comincio a prenderci gusto a guardare la classifica, ma meglio non abituarsi, anche perché rispetto a quelli che contano sono ancora lontano anni luce… (Ahimè!). Resta comunque una gara che consiglio assolutamente a tutti, con panorami fantastici ed emozionanti, corribile ma non semplice (parliamo sempre di 6pt UTMB, per quel che vale), con un balisaggio da manuale (ogni 100-150 mt!) e un’organizzazione calorosa e familiare ma impeccabile: Bravi davvero!

P_20190426_190751

IMG_0752

IMG_0748

Concludo ringraziando come al solito le mie ragazze che mi vedono partire la domenica mattina all’alba per fare allenamento, mia madre che diventa radio corsa per due giorni e ovviamente mio padre, il Baffo, che non manca mai, onnipresente al mio fianco per vedermi 10 minuti in totale su 28h… Alé!

IMG_0733

Roberto Delfanti

About Roberto Delfanti

Leave a Reply